Formazione: un percorso da fare insieme

Gli obiettivi e i contenuti del progetto

 

testo

Dopo la fase di assessment che ha coinvolto tutti voi operatori dei servizi pubblici per l’impiego con l’obiettivo di delineare insieme la strada da percorrere, in queste settimane è stato messo a punto e avviato quello che rappresenta il cuore del nostro percorso, ovvero il programma di formazione e affiancamento.

Ritengo utile, in questa fase, ricordare qual è il senso di tale progetto, i contenuti e le modalità di svolgimento, e soprattutto il traguardo che ci siamo prefissati di raggiungere.

Tutti siamo chiamati a rispondere ai cambiamenti in atto in termini di contenuti, norme ed esigenze degli utenti. Cambiamenti che non vanno visti come un momento di rottura rispetto al passato, ma come una naturale evoluzione del sistema dei servizi pubblici per l’impiego, in cui ognuno di noi è chiamato a fare la propria parte. La condizione indispensabile affinché questo processo avvenga nel migliore dei modi consiste innanzittuto nella disponibilità al cambiamento.

In questa logica gli obiettivi e i traguardi da raggiungere sono:

  • Condividere la “mission” dei servizi per il lavoro
  • Potenziare le vostre abilità e la vostra consapevolezza nell’agire il ruolo di Operatori Pubblici dei Servizi per il Lavoro
  • Rafforzare le conoscenze e le tecniche utili a svolgere al meglio il proprio ruolo
  • Consolidare la consapevolezza del ruolo centrale che rivestite nell’erogazione dei servizi
  • Uniformare le prassi e le procedure utilizzate nell’ottica di una maggiore standardizzazione nell’erogazione dei servizi a livello regionale.

 

Tutti dobbiamo concorrere al raggiungimento di tali obiettivi ed è il motivo per cui la formazione coinvolgerà ognuno di voi, sebbene con modalità differenti nel rispetto di caratteristiche, ruoli e aspettative individuali.

Cosa prevede allora la fase di formazione e affiancamento, già partita a Treviso, Belluno e Rovigo e in fase di avvio nelle altre province?

Innanzitutto serve a fornire a tutti una base solida e comune ed è per questo che la formazione d’aula sarà uguale per tutti indistintamente. Non importa il ruolo ricoperto all’interno del Centro per l’impiego, tutti devono conoscere le logiche e le dinamiche della struttura ed essere quindi messi nelle condizioni di sapere cosa, perché e come viene fatto.

Successivamente ad ognuno di voi saranno dedicate ore di affiancamento individuale per applicare quanto condiviso e appreso in aula nello svolgimento quotidiano del proprio ruolo.

A queste verrano in seguito aggiunte sedute di affiancamento di gruppo durante le quali far emergere criticità e aspetti da migliorare.

Ognuna di queste fasi verrà ripetuta per i 4 moduli in cui è suddiviso l’intero progetto di formazione:

  • Modulo 1: Colloquio di presa in carico (Maggio – Luglio 2018)
  • Modulo 2: Incontro domanda offerta di lavoro (Settembre – Dicembre 2018)
  • Modulo 3: Politiche attive (Gennaio – Marzo 2019)
  • Modulo 4: Disabilità e svantaggio (Aprile – Giugno 2019)

 

I moduli sono consecutivi e quindi il modulo 2 si attiva solo al completamento del modulo 1. Per una gestione più efficace delle attività l’azione sarà fatta su ambito provinciale secondo questa successione: Treviso, Belluno, Rovigo, Vicenza, Verona, Venezia, Padova.

Il portale www.formaspi.veneto.it sarà il vostro compagno di viaggio e vi accompagnerà durante il cammino fornendovi tutto ciò che potrà tornare utile: news e aggiornamenti sul percorso, calendari della formazione, materiali formativi, registri per l’affiancamento individuale e di gruppo, test di verifica dell’apprendimento e luoghi in cui lasciare la propria opinione o chiedere un supporto.

L’intero progetto, infatti, deve essere vissuto come un momento di scambio e condivisione e non solo come un mero trasferimento di informazioni, strumenti e modalità operative. Ognuno deve sentirsi libero di esprimere le proprie opinioni, avanzare suggerimenti o esplicitare le proprie considerazioni.

Il percorso che abbiamo intrapreso non vuole essere una gara, non ci sono favoriti e non ci saranno vincitori e vinti. Nessuno deve rimanere indietro e si vince solo se vinciamo tutti insieme.

 

*Tiziano Barone, Direttore di Veneto Lavoro